Promo Il mio farmacista Quantità

Colon irritabile: cos'è e come trattarlo

31/08/2022 - Pubblicato in Rimedi ai disturbi più comuni

Colon irritabile: cos'è e come trattarlo
  • 0

Con colon irritabile si parla di un disturbo intestinale ampiamente diffuso. Si manifesta principalmente con dolore e fastidio addominale, che tende ad alleviarsi dopo l’evacuazione. Oltre ai sintomi fisici, si manifesta con una serie di sintomi emotivi, in quanto influisce in maniera significativa sullo stile di vita di chi ne soffre. 

Che cos’è il colon 

Il colon è un organo cavo facente parte, insieme al retto, dell’intestino. È posto in sede addominale ed ha una lunghezza di circa 1,5 metri. Al colon giunge il cibo quasi completamente digerito e il suo compito è quello di completare il processo di assorbimento delle sostanze nutritive e dell’acqua, e allo stesso tempo inviare al retto lo scarto, ovvero le feci, al fine di essere espulse dal corpo. 

Quando si parla di colon irritabile? 

Si parla di colon irritabile quando si manifestano continui fastidi al tratto intestinale, nel punto dove è presente il colon. Questi si manifestano a seguito di un’alterazione della motilità e/o della sensibilità viscerale. Il disturbo può presentarsi in maniera saltuaria o in maniera cronica, in questo ultimo caso si parla di sindrome del colon irritabile. 

Quali sono le cause del colon irritabile? 

Va specificato che non sono state ancora trovate delle vere e proprie cause riconducibili al disturbo, tuttavia è riscontrato come una serie di fattori scatenanti possano significativamente contribuire alla comparsa del disturbo.

Tra i più comuni troviamo: 

  • alterazioni della motilità del tratto digestivo;
  • presenza di intolleranze alimentari; 
  • ipersensibilità intestinale; 
  • disbiosi, ovvero alterazione della flora batterica; 
  • utilizzo frequente di medicinali;
  • ipocondria, ovvero la paura nei confronti di patologie, disturbi e malattie;
  • sensibilità emotiva;
  • stress; 
  • percezione soggettiva del dolore;

Come abbiamo visto, ad influire sul disturbo, oltre alle condizioni fisiche entrano in gioco le condizioni emotive dell’individuo. L’intestino è infatti considerato come un “secondo cervello”, in continua comunicazione con il “primo cervello”. Per questo motivo molti eventi fisici si riversano in manifestazioni emotive e viceversa. 

Con quali sintomi si manifesta? 

Il principale sintomo del colon irritabile è legato ad un fastidio addominale e una forte sensazione di gonfiore nella zona del colon. A questo sintomo si aggiungono più comunemente:

  • sensazione di sollievo dopo l’evacuazione;
  • diarrea;
  • stipsi;
  • meteorismo; 
  • spasmi intestinali;
  • alterata consistenza delle feci;
  • evacuazione difficoltosa e dolorosa;

Nei casi più importanti si aggiungono ulteriori sintomi, come:

  • dimagrimento inspiegabile;
  • nessuna sensazione di sollievo dopo l’evacuazione;
  • anemia;
  • febbre;
  • presenza di sangue nelle feci;
  • depressione;
  • ansia 

La diagnosi del disturbo è definita “diagnosi da esclusione”, dal momento in cui si è stabilito, previo consulto medico, che i sintomi manifestati non siano legati ad altre patologie. 

Trattamenti per la sindrome del colon irritabile 

Il trattamento del colon irritabile passa attraverso delle sane abitudini alimentari e l’assunzione di integratori ed antidolorifici mirati.

Si consiglia principalmente di:

  • esercitare una corretta educazione alimentare e in generale cercare di seguire quanto più possibile uno stile di vita sano, comprendente attività fisica;
  • idratare il corpo bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno, 

Ulteriori trattamenti variano da caso a caso, in base ai sintomi che si manifestano.

È consigliato quindi:

  • evitare cibi formanti gas, qualora il disturbo si manifesti attraverso meteorismo;
  • mangiare cibi ed assumere integratori alimentari ricchi di fibre e con effetto lassativo, nel caso in cui il disturbo si manifesti mediante stipsi ed evacuazione difficoltosa;
  • assumere integratori antispatici, per alleviare la presenza degli spasmi intestinali;
  • assumere fermenti lattici per mantenere l’equilibrio della flora batterica intestinale; 
  • assumere integratori che facilitino il processo di digestione 

Infine, poiché il colon irritabile si manifesta anche con forti sensazioni di disagio emotivo, che possono a loro volta sfociare in stati di depressione ed ansia, al fine di prevenire l’insorgenza di questi sintomi  è indicato un comportamento volto all’accettazione del disturbo, con il sostegno di un’eventuale terapia farmacologica, previa consultazione del medico, e con la messa in pratica di attività che favoriscono il rilassamento psicofisico, come attività sportiva, meditazione o training autogeno. 

Scopri la nostra selezione di prodotti per il trattamento del colon irritabile. 

Rimedi per il Colon irritabile