Caduta dei capelli: da cosa dipende e come contrastarla

21/09/2021 - Pubblicato in Capelli, Rimedi ai disturbi più comuni, Ultime Novità

Ultime Novità
  • 0

Il tema dei capelli è un argomento a noi molto caro: se è vero che l’aspetto estetico può essere considerato il nostro primo biglietto da visita, viene da se che è importante apparire sempre curati al meglio. Nella cura del nostro aspetto, un ruolo fondamentale è rivestito dai nostri capelli.

Ammettiamolo: una chioma folta, lucente, brillante e curata è sicuramente un ottimo modo di presentarsi al mondo, e anche un aspetto della nostra immagine da non sottovalutare.

Cosa sono i capelli e come funziona il loro ciclo vitale

I capelli sono le estremità pilifere che crescono sulla cute del cranio. Sono costituiti da proteine solide, di cui prevalente è la cheratina, e da una quantità di acqua, lipidi, pigmenti e melanina.

Ogni capello ha un proprio ciclo vitale, che si compone di tre fasi:

  • Fase di crescita, chiamata anche fase anagen, rappresenta il momento proliferativo del bulbo, ovvero il momento in cui il capello cresce. Questa fase ha una durata che varia dai 2 ai 6 anni;
  • Fase di riposo, chiamata anche fase catagen,  rappresenta la fase di assestamento e diminuzione  della crescita, e dura in media dai 7 ai 21 giorni; 
  • Fase di caduta, chiamata anche fase telogen, rappresenta la fase di riposo del follicolo in cui il sacco follicolare, contenente il bulbo del capello, risale verso l’epidermide. Finita la fase di risalita, il bulbo si trova proiettato verso l’esterno e alla prima trazione (come una spazzolatura o nel corso di un shampoo), il capello cade.

Il ciclo completo varia dai 2 ai 7 anni e in base a questo possiamo stabilire che ogni follicolo produca di media 20 capelli nel corso della sua vita.


Chioma folta e lucente
Una bella chioma è un ottimo biglietto da visita 

Quando un capello non è sano?

I capelli possono essere caratterizzati da diversi problemi, come fragilità, secchezza o al contrario grasso, mancanza di lucidità e diradazione: tutte queste caratteristiche definiscono un capello non sano, ma per la precisione ciò che non lavora bene è il cuoio capelluto, punto da cui nascono e crescono i capelli.

Caduta dei capelli: un problema molto diffuso

Sicuramente uno dei problemi più diffusi è quello della caduta dei capelli.

La fase di caduta dei capelli è un processo del tutto naturale: ogni individuo infatti perde una quantità di capelli al giorno, di media tra i 50 ai 100. Quando la perdita supera questo numero non parliamo più di una caduta naturale ma di una patologia, chiamata calvizie androgenetica. Le preoccupazioni riguardo la caduta dei capelli iniziano a nascere quando li vediamo spenti e il processo di perdita è superiore rispetto alla caduta fisiologica.

Quali sono le principali cause della caduta dei capelli?

La quantità di capelli persi in un giorno dipende da diversi fattori, quali:

  • Sesso: benché la caduta dei capelli riguardi sia uomini che donne, è stimato che a soffrirne di più siano gli uomini: gli uomini, infatti, sono colpiti dall’alopecia androgenetica e perdono i capelli quasi totalmente sulla sommità, mentre le donne vedono un diradamento generale e un assottigliamento del capello su tutta la testa. L'assottigliamento dei capelli non riguarda soltanto la diminuzione della quantità di capelli ma anche la perdita di densità, volume e qualità del capello. La chioma diminuisce, il cuoio capelluto risulta meno coperto e i capelli appaiono più spenti e crespi, con una maggiore tendenza a spezzarsi.
  • Cambio di stagione: nel passaggio tra estate ed autunno ed inverno e primavera, la caduta dei capelli aumenta;
  • Trattamento dei capelli : il frequente lavaggio, così come l’utilizzo di prodotti non idonei, una spazzolatura scorretta ed un’asciugatura a temperature troppo alte, oltre a rovinare il cuoio capelluto ed i capelli, favorisce una caduta più repentina;
  • Genetica: la caduta dei capelli può essere anche ereditaria. In questo caso è bene specificare che si può intervenire rallentando il processo di caduta ma non fermandolo del tutto.

Per valutare se la caduta dei capelli è ad un livello naturale o al contrario ad uno stato che si avvicina alla calvizie, bisogna effettuare una visita tricologica, meglio ancora se in giovane età, al fine di stabilire fin da subito da cosa dipenda la caduta e come intervenire.

Come contrastare la caduta dei capelli

Per contrastare la caduta dei capelli si possono attuare diversi rimedi, che vanno dal semplice massaggio del cuoio capelluto fino all’assunzione di farmaci specifici, questi ovviamente prescritti previa visita specialistica in base all’entità del problema.

Inoltre, si può intervenire prevenendo il problema anche con semplici accortezze, come proteggere il capello prima di lunghe esposizioni al sole ed effettuare lavaggi idonei al nostro tipo di cuoio capelluto (meno frequenti se il cuoio risulta secco, più frequenti se risulta grasso).

Infine, è possibile ricorrere all’uso di prodotti specifici che sostengono ed aiutano il rafforzamento del cuoio capelluto, come:

Integratori per la crescita dei capelli, per i capelli fragili e per il trattamento intensivo anticaduta

Trattamenti anticaduta coadiuvante nella crescita dei capelli

 

Lozioni anticaduta per rendere più forti i capelli

Shampoo fortificante rivitalizzante e volumizzante per capelli fragili e spenti

Siero anticaduta che aiuta a fortificare i capelli

Ti ricordiamo infine che per il mese di settembre è attivo sul nostro sito il codice sconto CAPELLI5 su tutta la categoria “Igiene e cura dei capelli”, per curare al meglio i tuoi capelli!