Promo Il mio farmacista Quantità

Lavanda

La lavanda è una pianta orginaria della macchia mediterranea che si adatta molto bene sia alle temperature estive che alle rigide temperature invernali. L'origine della lavanda è molto antica.  Il nome lavanda, infatti, deriva dal latino “lavare”. Nell’Antica Roma i mazzetti di lavanda venivano utilizzati nell'acqua dei bagni termali, i fiori venivano impiegati per ottenere profumi e preparare infusi usati per la bellezza della pelle e dei capelli.

Uno degli usi più comuni della lavanda è sicuramente quello di utilizzare sacchetti per profumare la biancheria e tenere lontane le tarme. Ma è ampiamente utilizzata nella cosmesi, sotto forma di shampoo o sapone, in erboristeria e fitoterapia. 

Gli oli essenziali

Gli oli essenziali di lavanda vengono spesso utilizzati per la loro azione calmante e nella medicina popolare sono usati anche per combattere disturbi come ansia, insonnia, crampi, stress ma i loro benefici non sono supportati da alcuno studio scientifico. 

La lavanda viene utilizzata anche per uso esterno per le sue proprietà:

  • detergenti
  • antinfiammatorie 
  •  cicatrizzanti  
  • decongestionanti
  • calmanti contro prurito  da orticaria e punture di insetti  

Uso cosmetico

La lavanda può essere utilizzata anche per trattare pelli grassi e per combattere gli inestetismi dell’acne proprio per l’attività antimicrobica dell’olio essenziale e, in particolare, dall’acido ursolico in esso contenuto.

 Contro l’acne è consigliato l’uso dell’idrolato di lavanda, che contiene una piccola quantità di olio essenziale. L’olio essenziale di lavanda è inoltre usato nei cosmetici per il trattamento della cellulite. L’azione antinfiammatoria e stimolante della lavanda sulla circolazione permette un miglior drenaggio dei tessuti e aiuta ad attenuare l’infiammazione tipica dei tessuti colpiti dalla cellulite.

Come si assume?

Contro ansia e agitazione l'infuso di lavanda è un vero e proprio toccasana. Si prepara con un cucchiaio raso di fiori essiccati ogni 100 millilitri di acqua. Lo si può bere fino a tre volte al giorno o prima di andare a letto per combattere l'insonnia. Per combattere dolori addominali, crampi e dolori mestruali, invece, è consigliabile assumere da 2- a 4 gocce al giorno di olio essenziale diluite in acqua. 

L'olio essenziale di lavanda viene spesso utilizzato in cosmesi. E può essere usato puro o diluito, da una a tre gocce per massaggi sulla pelle in caso di eritemi solari, scottature, ustioni, punture d'insetti, orticaria.

Effetti Collaterali

L’uso dell’olio essenziale di lavanda, specie su pelli sensibili, può causare irritazioni della pelle e dermatiti.

Controindicazioni

L'assunzione della lavanda e del suo olio essenziale non è raccomandata in gravidanza e in allattamento.

Ritorna all'elenco