Promo Il mio farmacista Quantità

Acido retinoico

foto Acido retinoico
L'acido retinoico è un derivato della vitamina A e appartiene alla classe dei cosiddetti retinoidi. Ha proprietà esfolianti, antiossidanti e antiacne. E’ "parente" del retinolo, la vitamina A, ma attenzione: la sua applicazione va effettuata con cautela.

Retinolo, retinoide o acido retinoico?

Non bisogna confondere l’”acido retinoico” con il “retinoide” o il  “retinolo”. Le loro caratteristiche sono diverse, sia per struttura, che per attività, che per livello di tollerabilità. Il retinolo è infatti una sostanza ad uso cosmetico, mentre l’acido retinoico (e altri retinoidi) è la forma acida della vitamina A: può essere utilizzati nei farmaci, sotto prescrizione medica, ma il suo impiego nei cosmetici è vietato.
Per la formulazione di creme, sieri, maschere e lozioni, dunque, l'acido retinoico viene sostituito da altri retinoidi dall'azione più delicata.

A cosa serve l'acido retinoico

L’acido retinoico è utilizzato per il trattamento di:
  • acne 
  • rughe 
  • macchie solari
  • smagliature
  • psoriasi

I cosmeceutici

L’acido retinoico viene utilizzato soprattutto in ambito dermofarmaceutico. Lo troviamo dunque sia in farmaci, che in cosmeceutici (cioè prodotti cosmetici con benefici simili ai medicinali).

Le creme

Le crema a base di acido retinoico devono essere applicate tutte le sere dopo aver lavato il viso. L’acido retinoico è infatti fotosensibile, quindi va applicato lontano dall’esposizione al sole.
L’acido retinoico provoca reazione sulla pelle che si arrossa come effetto di una naturale infiammazione dovuta all’attività esfoliante e rigenerante. Se la reattività è eccessiva è bene aumentare l’intervallo tra una applicazione e l’altra. I risultati iniziano a vedersi dopo due o tre settimane.

Sieri Viso 

I sieri viso vanno applicati dopo la normale detersione del viso, e sempre prima della crema: nei sieri, la vitamina A arriva negli strati più profondi dell'epidermide.

Effetti collaterali

L’utilizzo dell’acido retinoico può causare diversi effetti collaterali:
  • pelle arrossata
  • bruciore o prurito sulla zona cutanea d'applicazione
  • secchezza della pelle 
  • eritema
  • desquamazione
Nel caso si manifestasse una dermatite da retinoidi, è consigliabile interrompere subito la cura e rivolgersi al proprio medico.

Ritorna all'elenco