• Detraibile
  • Il più venduto
Reactine 6 Compresse 5mg + 120mg rilascio prolungato
  • Reactine 6 Compresse 5mg + 120mg rilascio prolungato

Reactine Antistaminico 6 Compresse 5 mg + 120 mg

  4,8 su 5 (5 voti) Recensisci questo prodotto
|Domande e risposte (1)
032800043

Reactine agisce rapidamente contro i sintomi della rinite allergica riducendo i rischi di sonnolenza.

Formato: confezione da 6 compresse.

    I vantaggi di Farmacia Igea:
  • Gratuitesopra € 29
  • Cashback 5%su tutto
  • Assistenza telefonica9:00/18:00: 0694807578
  • Resi velocientro 14 giorni
  • Recensioni95% 5 stelle
  • PagamentiTutti e sicuri
€ 6,90
€ 9,90 -31%
 

Devi essere autenticato

Ordina prima di 9 ore e 20 minuti e ricevilo Tra Domani e gio 29 con Corriere espresso

Acquistando questi prodotti avrai diritto ad un buono di € 0,35 sulla prossima spesa

Dettagli Reactine Antistaminico 6 Compresse 5 mg + 120 mg

Reactine agisce rapidamente contro i sintomi della rinite allergica riducendo e alleviando i sintomi come prurito nasale e/o agli occhi, congestione ed eccessiva secrezione nasale, lacrimazione. A base di cetirizina e pseudoefedrina. A

Principi attivi

Una compressa contiene:

  • Principio attivo: cetirizina dicloridrato 5 mg, pseudoefedrina cloridrato 120 mg;
  • Eccipiente con effetti noti: lattosio.

Eccipienti

Eccipienti del primo strato Ipromellosa, cellulosa microcristallina, silice colloidale anidra, magnesio stearato. Eccipienti del secondo strato Lattosio, cellulosa microcristallina, sodio crosscaramelloso, silice colloidale anidra, magnesio stearato. Eccipienti del rivestimento Opadry Y-1-7000 bianco (methocel E5, premium (ipromellosa) (E 464), diossido di titanio (E 171), macrogol 400).

Effetti Indesiderati

Come tutti i medicinali, Reactine 6cpr 5mg+120mg può causare effetti collaterali, sebbene non tutte le persone li manifestino.
Studi clinici hanno dimostrato che la cetirizina alla dose di 10 mg ha effetti indesiderati minori sul sistema nervoso centrale, tra cui sonnolenza, affaticamento, vertigine e cefalea. In alcuni casi, è stata segnalata la stimolazione paradossa del SNC. Le seguenti reazioni avverse sono state riportate dal ≥ 1% dei soggetti adulti in studi randomizzati, controllati con placebo, con cetirizina presa singolarmente: sonnolenza, nervosismo, affaticamento, bocca secca, capogiri, mal di testa, nausea, faringite, dolore addominale. La sonnolenza è stata da lieve a moderata nella maggioranza dei casi, sebbene sia statisticamente più comune che con il placebo. Ulteriori studi in cui sono state effettuate prove oggettive hanno dimostrato che le usuali attività quotidiane non vengono compromesse alla dose giornaliera raccomandata, nei volontari sani giovani. Sebbene la cetirizina sia un antagonista selettivo dei recettori H1-periferici e sia relativamente priva di attività anticolinergica, sono stati segnalati casi di disuria, disturbo dell’accomodazione e bocca secca. Sono stati segnalati casi di funzionalità epatica anomala con innalzamento degli enzimi epatici accompagnati da bilirubina elevata. Principalmente questo si risolve con l’interruzione del trattamento con cetirizina dicloridrato. Le seguenti reazioni avverse sono state riportate dal ≥ 1% dei soggetti in studi randomizzati, controllati con placebo, con pseudoefedrina presa singolarmente: bocca secca, nausea, capogiri, insonnia e nervosismo. Studi clinici La sicurezza della combinazione di cetirizina e pseudoefedrina da studi clinici si basa sui dati provenienti da 3 studi randomizzati a doppio cieco controllati con placebo per il trattamento della rinite allergica stagionale. La tabella 1 comprende le reazioni avverse che si sono verificate nei pazienti in cui è stato segnalato più di un evento, e l'incidenza è stata superiore rispetto al placebo e nell’1% o più dei pazienti. Tabella 1: Effetti indesiderati segnalati da > 1% dei soggetti adulti trattati con la combinazione di cetirizina e pseudoefedrina in 3 studi clinici randomizzati controllati con placebo.

Posologia

  • Adulti e ragazzi a partire da 12 anni: una compressa 2 volte al giorno, una la mattina ed una la sera, da assumere senza masticare durante o lontano dai pasti. La durata del trattamento non dovrebbe superare il periodo della sintomatologia acuta e comunque non dovrebbe essere protratta oltre 7 giorni. Trascorsi i 7 giorni di terapia, continuare il trattamento con la sola cetirizina;
  • Pazienti anziani La dose deve essere dimezzata in pazienti anziani;
  • Pazienti con compromissione renale La dose deve essere dimezzata in pazienti con insufficienza renale. Pazienti con compromissione epatica La dose deve essere dimezzata in pazienti con insufficienza epatica;
  • Popolazione pediatrica: è controindicato nei bambini con meno di 12 anni di età.

Modalità d'uso

Uso orale. Le compresse devono essere assunte con un po' d'acqua e non devono essere divise, masticate o frantumate.

Sovradosaggio

In caso di sovradosaggio si può osservare:

  • Tachicardia;
  • Aritmie;
  • Ipertensione;
  • Effetti depressivi o stimolanti sul S.N.C. (sedazione, apnea, collasso, insonnia, allucinazioni, tremori, convulsioni).

Questi effetti possono essere fatali. I sintomi osservati dopo sovradosaggio di cetirizina sono principalmente associati ad effetti a carico del SNC o ad effetti che potrebbero suggerire un effetto anticolinergico. Gli eventi avversi riportati dopo l’assunzione di almeno 5 volte la dose di 10 mg di cetirizina sono: confusione, diarrea, capogiri, affaticamento, cefalea, malessere, midriasi, prurito, irrequietezza, sedazione, sonnolenza, stupore, tachicardia, tremore e ritenzione urinaria. In caso di sovradosaggio di pseudoefedrina si possono verificare nausea, vomito, midriasi, ansia, agitazione, palpitazioni e bradicardia riflessa. Altri possibili effetti sono disritmia, crisi ipertensiva, emorragia intracerebrale, infarto del miocardio, psicosi, radbomiolisi, ipocaliemia, e infarto ischemico dell’intestino. Nel caso di overdose nei bambini, è stata riportata sonnolenza. Tenere lontano dalla portata dei bambini. In caso di sovradosaggio richiedere l’aiuto del medico o contattare immediatamente un centro antiveleni. Trattamento Il trattamento, che deve avvenire preferibilmente in ambiente ospedaliero, deve essere sintomatico. Una lavanda gastrica è consigliata. Non sono noti antidoti. È importante evitare l'uso di simpaticomimetici. L'ipertensione può essere controllata con α-bloccanti, l'eventuale tachicardia con β-bloccanti, le convulsioni con diazepam iv. Non esiste un antidoto specifico per la cetirizina. Se si dovesse verificare un sovradosaggio, si raccomanda un trattamento sintomatico o di supporto. A seguito di recente ingestione, si consiglia la lavanda gastrica. La cetirizina non viene eliminata efficacemente con la dialisi.

Gravidanza e allattamento

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno chiedere consiglio al medico prima di prendere questo farmaco. E' controindicato in gravidanza e allattamento. Gravidanza Per cetirizina sono disponibili pochissimi dati clinici su gravidanze esposte al trattamento. Gli studi condotti sugli animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti su gravidanza, sviluppo embrionale/fetale, parto o sviluppo post-natale. Sia cetirizina che pseudoefedrina sono escrete col latte materno per cui non deve essere assunto durante l'allattamento. La cetirizina è escreta nel latte materno a concentrazioni che rappresentano dal 25% al 90% di quelle misurate nel plasma, a seconda del tempo di campionamento dopo la somministrazione.

Formato

Confezione da 6 compresse.

Marca:
Riferimento:
032800043
Forma farmaceutica:
Compresse/Capsule
Detraibilità:

Altri prodotti in Allergie (Antistaminici)

  • Altri prodotti Johnson & Johnson